Una Mostra a 100 anni dal terremoto del 1919 alle Caselle di Vicchio

Una Mostra a 100 anni dal terremoto del 1919 alle Caselle di Vicchio

Il 29 giugno a 100 anni dal  violento terremoto che colpì il Mugello ed ebbe il suo epicentro nel comune di Vicchio, la Parrocchia di San Cassiano in Padule  alle Caselle di Vicchio organizza una mostra fotografica con molto materiale inedito e una conferenza.
La zona  nord di Vicchio verso l’appennino fu una delle aree maggiormente colpite dal sisma che causò rovine  e morti che furono limitati dall’orario della scossa più violenta, quella delle 17,06, quando buona parte della popolazione era al lavoro nei campi o comunque fuori dalle abitazioni e dai luoghi di culto.

L’inaugurazione della mostra è prevista sabato 29 giugno alle 16,30 mentre alle 17,06 verranno lette delle testimonianze dei momenti della catastrofe a cura di Paolo Marini. Dopo la Messa alle 18,15 verrà presentato il libro di Adriano Gasparrini “Quando la terra tremò. Il terremoto del 1919 in Mugello”(edizioni Polistampa) a cura di Paolo Marini e Carlo Lapucci.
A conclusione della giornata cena con prenotazione obbligatoria.
La mostra si potrà visitare fino al 13 agosto il sabato e la domenica dalle 10,30 alle 12 e dalle 16 alle 19.

Il 13 agosto festa di san Cassiano patrono delle Caselle dopo la chiusura ancora una cena. Un altro momento conviviale è previsto il 20 luglio sempre alle Caselli.
Per prenotare visite individuali o di gruppo in orari diversi e per le prenotazioni delle cene si possono chiamare i numeri 055 8407823 oppure 044 844167.

Sabato 6 luglio in collaborazione con la Protezione civile del Mugello e il Rotary Club alle 18 si terrà al teatro Giotto un convegno sulla “Riduzione del rischio sismico e agevolazioni fiscali – Sismabonus” con la partecipazione dell’ing. Gori della regione Toscana , degli architetti Romolini e Rinaldi e del rag. Vignini del Rotary. Alle 20 cena con prenotazione obbligatoria.

IL TERREMOTO DEL 1919 IN MUGELLO. STORIA E CURIOSITÀ

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *