Dal 2022 il servizio mensa a Borgo san Lorenzo sarà svolto da SIAF

Dal 2022 il servizio mensa a Borgo san Lorenzo sarà svolto da SIAF

Il consiglio comunale di Borgo san Lorenzo ha approvato a maggioranza la proposta della giunta comunale di acquisire quote della società SIAF che si occuperà del servizio mensa dal 2022.
La decisione è stata presa dopo la constatazione che dall’inizio del prossimo anno alcune figure professionali fondamentali per lo svolgimento del servizio andranno in pensione.

Siaf è una società pubblico privata composta per il 52% dal Comune di Bagno a Ripoli e dall’ ASL 10 Firenze ( 22% Bagno a Ripoli e 30% Asl) e per il 48% da un socio privato Gemeaz Elior Spa , gruppo nazionale di ristorazione collettiva presente in varie regioni del centro-nord Italia.

Il comune di Borgo san Lorenzo ha scelto Siaf per mantenere l’ottimo livello raggiunto dal servizio mensa in questi anni con l’utilizzo anche di produzioni locali e biologiche.
Il passaggio a Siaf prevede l’utilizzo dell’attuale struttura comunale e del personale impegnato nel servizio di cottura, sporzionamento e distribuzione.

Come è scritto nel sito della società scelta dal comune : Siaf pone massima attenzione al gusto dei piatti, attraverso la scelta di materie prime di altissima qualità e metodi di produzione che non ne alterino le proprietà; attraverso una modalità di distribuzione capace di educare alla consapevolezza di cosa si mangia e di come si produce. Fondamentale è la riscoperta delle radici culturali del territorio. Tutte le società, nel tempo, hanno ideato un ricettario capace di esaltare i sapori degli alimenti di cui il loro ambiente è particolarmente ricco; questo patrimonio non deve essere perso, anzi deve essere valorizzato. Siaf, con questa convinzione, propone prodotti freschi di filiera corta, cucinati con ricette della tradizione, ma reinterpretandole in chiave moderna e creativa.”

Per questo nell’approvvigionamento dei prodotti viene privilegiato il Km 0 e il biologico  con riferimento anche a produttori del territorio mugellano e della Valdisieve. Inoltre Siaf pone molta attenzione allo spreco alimentare con  iniziative in collaborazione con il volontariato locale. I pasti non consumati sono recuperati, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, per raggiungere chi ne ha più bisogno.
Sotto l’aspetto delle tariffe, secondo la relazione dell’ufficio competente, non dovrebbero esserci variazioni di rilievo rispetto alla gestione diretta del comune.

Il comune di Borgo san Lorenzo aderisce alla società acquisendo lo 0,1% del capitale sociale.
Altri comuni hanno manifestato la concreta volontà di aderire a Siaf per il servizio mensa , tra questi Scarperia e San Piero, Dicomano, Rufina, Pelago e Pontassieve e probabilmente anche Vicchio, mentre Barberino ha deciso di affidare la ristorazione scolastica a “Qualità & Servizi” una spa pubblica al 100% di proprietà dei comuni di Calenzano, Sesto, Signa e Campi Bisenzio.

http://www.siafcare.it/

Relazione tecnica sulle motivazioni dell’adesione a Siaf con documento della società sui servizi erogati

relazione sul servizio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *