Il Piano di bonifica per Mugello e Valdisieve

Il Piano di bonifica per Mugello e Valdisieve

La giunta regionale ha approvato la scorsa settimana il piano di bonifica per il 2021(QUI).
Nel documento sono riassunte le attività di manutenzione e gestione del reticolo idrografico e delle opere idrauliche che il Consorzio di Bonifica opererà nel corso dell’anno grazie alle risorse annuali raccolte con il contributo di bonifica a cui si aggiungono finanziamenti statali, regionali e locali che il Consorzio riesce ad attrarre grazie alle proprie capacità tecnico-operative di progettazione, di affidamento in appalto o di esecuzione diretta degli interventi di difesa del suolo.
Molti interventi riguardano anche il territorio del Mugello e della Valdisieve dove il Consorzio opera in collaborazione con le Unioni dei Comuni.

Si tratta per la maggior parte di interventi di taglio selettivo della vegetazione che può impedire un corretto deflusso delle acque a cui si aggiungono anche opere di cura delle sponde, briglie e altri interventi tesi ad evitare possibili esondazioni con danni a immobili e coltivazioni.

In tutto sono una ventina le attività previste su tutto il reticolo idraulico della Sieve e dei suoi affluenti per oltre un milione di euro che prenderanno il via durante l’anno in particolare nella seconda metà a partire dal 1 di luglio. Tra i torrenti interessati ci sono anche il Carza nel comune di Vaglia , il Moscia a Londa, il Cornocchio, il Levisone(Bagnolo), l’Anguidola nel comune di Scarperia e San Piero, il Pesciola, il Borro della Baldracca, l’Arsella nel comune di Vicchio o gli immissari di Bilancino nel comune di Barberino. Altri corsi d’acqua interessati dalle opere di manutenzione sono nei comuni di Dicomano, San Godenzo, Rufina, Pelago e Pontassieve.

Dovrebbe essere affidata anche la progettazione per interventi sul Fosso Romanelli nel comune di Borgo San Lorenzo, mentre sono ancora senza copertura gli studi di fattibilità per interventi di mitigazione del rischio idraulico sul Fosso di San Giovanni Maggiore e sulle Cale per la messa in sicurezza dell’abitato di Borgo san Lorenzo.

Un intervento importante è invece previsto sulla Sieve nella zona dove si è verificata una forte erosione della sponda che ha danneggiato la ciclabile tra Borgo e Vicchio.

Questa opera va ad aggiungersi a quanto già deciso dall’Unione del Mugello nel dicembre scorso(QUI) con uno stanziamento di 50 mila euro per ripristinare il percorso franato. I lavori del Consorzio previsti dopo il 1 luglio avranno un importo di 150 mila euro e prevedono “un consolidamento mediante scogliera in massi ciclopici della sponda destra della Sieve in località San Quirico”. I due interventi dovrebbero mettere in sicurezza definitiva questo tratto della ciclabile anche se ci sono altri punti critici dove la Sieve in questi anni ha operato erosioni che in futuro potrebbero rivelarsi problematiche se non si mettono in atto seri interventi di manutenzione straordinaria, come ad esempio nel tratto di ciclabile vicino al ponte sulla Sieve a Borgo San Lorenzo che va verso le Canicce.

Leonardo Romagnoli

16.2.21

Delibera_n.84_del_08-02-2021-Allegato-A
Piano di Bonifica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *