Conclusa la fase preliminare dell’Inchiesta pubblica sull’eolico. Nominati i commissari.

Conclusa la fase preliminare dell’Inchiesta pubblica sull’eolico. Nominati i commissari.

Con la seconda udienza preliminare dell’Inchiesta Pubblica sul progetto eolico sul Giogo di Villore si è conclusa la fase dedicata alla composizione della Commissione che al termine del processo dovrà produrre la relazione finale.
Alla presidente Giovanna Pizzanelli sono arrivate tre candidature proposte sia dalle associazioni e comitati contrari al progetto sia dai promotori dell’impianto eolico.

Analizzati i curricula la presidente ha nominato l’avvocato Claudio Tamburini e il prof. Nicola Casagli.
Tamburini  era stato indicato da Italia Nostra ed altre associazioni e vanta una lunga esperienza in campo ambientale, ha seguito ricorsi molto impegnativi come quello sul progetto dell’inceneritore di Case Passerini.
Nicola Casagli, indicato dai proponenti,  è professore ordinario all’Università di Firenze dove si  occupa di geologia applicata , rischi e sicurezza delle infrastrutture e interventi di protezione civile.  E’ stato anche perito in diverse cause giudiziarie, molto conosciuti i suoi interventi in occasioni di frane come quella sui lungarni fiorentini  o quella di Panicaglia a Borgo San Lorenzo. Il prof. Casagli non ha rapporti con Agsm ma  ritiene il progetto serio e degno di un’accurata valutazione tecnica.


Il calendario dell’inchiesta pubblica prevede ora lo svolgimento dell’audizione generale per la discussione del progetto di Villore-Corella che sarà suddivisa in 4 incontri.
Il 9 giugno nella prima sessione ci sarà l’illustrazione dello Studio di Impatto Ambientale da parte del proponente, mentre la  seconda e la terza il 25 giugno e il 2 luglio saranno dedicate alle osservazioni delle associazioni, dei cittadini e  dei partecipanti all’assemblea.
il 16 luglio si svolgerà invece la 4° sessione dove il proponente dovrà presentare delle controdeduzioni sulle osservazioni proposte durante l’inchiesta pubblica.
Ci sarà poi l’ultima audizione in cui verrà presentata la relazione finale con il parere della Commissione.
Resta il problema dell’impossibilità a svolgere incontri pubblici. La presidente Pizzanelli ha chiesto anche la disponibilità dei Comuni di Vicchio e Dicomano per  mettere a  disposizione spazi per favorire la partecipazione di coloro che saranno impossibilitati a collegarsi via internet.

LR

Sull’argomento c’è da registrare un  intervento di Andrea Benati della Rete della Resistenza sui Crinali critico su vari aspetti del progetto

Il paesaggio di Giotto, del Beato Angelico o… il paesaggio dell’AGSM Verona Spa?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *