Queste le probabili proposte toscane per la chiusura dei campionati dilettanti e giovanili FIGC.

Sembra ormai decisa la proposta che il Comitato Regionale Toscana porterà al tavolo del Consiglio Direttivo di domani (22 maggio) per la chiusura della stagione sportiva 2019-20. Le indicazioni che Paolo Mangini dovrebbe portare in Lega Nazionale, prevederebbero, per chiudere i campionati a 5-6 giornate dal termine, come in parte preannunciato in un precedente articolo, alla assegnazione della vittoria del Campionato alla prima classificata con conseguente passaggio alla categoria superiore e nessuna retrocessione al Campionato di categoria inferiore. In caso di ex-aequo (come ad esempio, per quanto ci riguarda da vicino il Girone M di Seconda Categoria) al primo posto tra due o più Società al momento dell’interruzione dei Campionati, le stesse accederanno tutte al Campionato di categoria superiore. Graduatorie di merito invece per le squadre classificate al secondo posto, non disputandosi i previsti play off: le squadre arrivate al secondo posto nel campionato di eccellenza dovranno essere inserite in una graduatoria di merito a livello nazionale, mentre le due Società finaliste della Coppa Italia Promozione vengono inserite in una graduatoria di merito insieme alle Società seconde classificate dei rispettivi gironi del Campionato di Promozione da cui attingere in caso di completamento organico del Campionato di categoria superiore. Buone notizie per un’altra nostra squadra, il San Piero a Sieve, anche dalla proposta che dovrebbe essere fatta sulle coppe. Le due Società finaliste della Coppa Toscana di Prima e Seconda categoria accedono al Campionato di categoria superiore. Ovviamente regole di promozioni e retrocessioni sarebbero appllicate anche ai campionati giovanili.

Vedremo dunque se il Consiglio prenderà in considerazione tali ipotesi, ma ci sono come avevamo detto già buone possibilità. Sentiremo la voce di Paolo Mangini, oltre che di altri protagonisti, su queste decisioni e la conclusione della stagione, mercoledì 27, in Contropiede, dalle 18.10.

 

One thought on “Queste le probabili proposte toscane per la chiusura dei campionati dilettanti e giovanili FIGC.

  1. Il consiglio direttivo di oggi ha deciso per i campionati regionali di far decidere tutto alle Leghe regionali. Poi sarà proposto al prossimo consiglio nazionale della FIGC ad inizio giugno dove tutto potrà essere accolto o respinto ed eventualmente ufficializzato. Ho capito bene?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *