Intervista a Simona Baldanzi

 

Alla vigilia del 1° Maggio Marco D ha realizzato questa lunga intervista con la scrittrice Simona Baldanzi che ha da poco pubblicato un nuovo libro “Corpo Appennino” che racconta un viaggio da Monte Sole in Emilia a S.Anna di Stazzema in Toscana luoghi  di efferate stragi compiute dai nazifascisti nella seconda guerra mondiale. Un cammino che ripercorre la storia dei luoghi, delle persone per non dimenticare, come antidoto contro la barbarie presente e futura. Simona negli ultimi anni ha dato alle stampe altri racconti di viaggi come “Maldifiume” in cui la scrittrice percorre i sentieri che costeggiano l’Arno, oppure “Il Mugello è una trapunta di terra” con un racconto che unisce la Barbiana di Don Milani ancora a Monte Sole come luogo simbolo della storia italiana. Non possono mancare gli accenni al suo lavoro con gli operai impegnati nella costruzione della linea ferroviaria ad AV e ai suoi romanzi, in particolare “Figlia di una vestaglia blu”, che è stato recentemente ristampato da Alegre, e che  attraverso la sua storia familiare racconta il rapporto di un paese come Barberino con la Rifle dei Fratini.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *