Vittoria Leuzzi con Il pianto del randagio a VENERDI’ D’ERESIA alla Biblioteca di Vicchio il 23 settembre

Vittoria Leuzzi con Il pianto del randagio a VENERDI’ D’ERESIA

Venerdì 23 settembre 2022 alle ore 21 alla Biblioteca Comunale di Vicchio di Mugello (Piazza Don Milani, 6) Vittoria Leuzzi con Il pianto del randagio apre la rassegna culturale “VENERDI’ D’ERESIA. Un progetto BiblioCoop di Borgo San Lorenzo in collaborazione con l’Associazione Culturale “I colori delle stelle” e con il patrocinio della Pro Loco di Scarperia e del Comune di Scarperia e San Piero. Introdurrà la serata il Presidente della Sezione Soci Coop di Borgo San Lorenzo Giorgio Capecchi. Moderatore: Ezio Alessio Gensini. Letture di Sandra Vigiani. 

 Al tempo dell’oscurità del cuore e dell’anima, percorrevano i contadini silenziosi, lunghi e contorti nastri di strada cui un tramonto precoce, per via dei monti, che oscurano il sole quasi repentinamente, riconduceva a casa come pecore verso l’ovile”. Comincia così il romanzo.

Il tempo inesorabilmente segna con il suo trascorrere gli eventi, le vite e anche i luoghi. Badolato, antico e suggestivo borgo medievale, è un vero e proprio scrigno di storie, ogni sua viuzza e pietra secolare sono stati muti testimoni di viandanti e generazioni. In queste pagine il narratore Cenzo, questuante del Convento di Santa Maria degli Angeli, narra i racconti tramandati dai monaci. Nella seconda metà dell’Ottocento, un amore sboccia illecito tra Margarita e Vittorio Valle, due giovani appartenenti a diverse caste sociali: lui è nipote della Baronessa Scoppa, lei è figlia del loro intendente, Andrea Sorra, e della loro sarta e serva di casa, Angiolina. L’amore tra i giovani, com’era ovvio che fosse, è osteggiato dalle famiglie e Donna Teresa tesse un vero e proprio complotto fino al matrimonio combinato con il pastore Carmine. Unica via di salvezza per Margarita è la fuga con il suo amante a Messina, dove la coppia si stabilisce almeno fino alla nascita della figlia quando Margarita avverte una profonda nostalgia e così rientrano al paese d’origine. A Badolato nascono altre due bambine che porteranno la pace con la famiglia della ragazza e una serie di innovazioni segneranno un profondo cambiamento per il borgo. Nuove barriere si uniranno alle vecchie ed alcune si apriranno inevitabili e impietose in un lento salasso di energie e umanità che man mano si disperderanno per il mondo.

Vittoria Leuzzi, nasce a Badolato, in provincia di Catanzaro, il 12 febbraio del 1966. Frequenta l’Istituto Magistrale di Catanzaro Lido. Successivamente si trasferisce a Firenze dove frequenta la facoltà di Magistero. Si laurea in pedagogia e si specializza in seguito nella scuola polivalente per le attività di sostegno. Insegna nella scuola primaria di Borgo San Lorenzo, dove vive con la sua famiglia. Nel 2011 pubblica la sua prima opera dal titolo “Il cancello delle buganvillee”.

Ingresso libero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.