“Mugello Tradizione e Qualità in Cucina”. Un’iniziativa di Confesercenti

“Mugello Tradizione e Qualità in Cucina”

Parte l’iniziativa di Confesercenti Firenze, nell’ambito del progetto “Vetrina Toscana”, per valorizzare i prodotti tipici del territorio.

Questa iniziativa metterà in mostra, e soprattutto sulle tavole, prodotti tipici di grande valore, con numerosi produttori locali e altrettanti ristoranti che hanno deciso di utilizzare per i loro piatti proprio l’eccellenza agroalimentare che il territorio mugellano -luogo di origine della famiglia Medici, di Giotto e di Beato Angelico -offre. 

“Mugello Tradizione e Qualità in Cucina” è un progetto di “Vetrina Toscana”, realizzato da Confesercenti Firenze e dalla Camera di Commercio di Firenze con il contributo della Regione Toscana con la collaborazione e coinvolgimento della Condotta Slow Food Mugello.

Il progetto coinvolge dieci Comuni – Borgo San Lorenzo e Barberino di Mugello, Vicchio e Scarperia e San Piero, Marradi, Firenzuola e Palazzuolo sul Senio, Dicomano, San Godenzo e Vaglia -, dieci Centri Commerciali Naturali con le loro botteghe, diciotto ristoranti e quindici produttori, che fanno rete in “Vetrina Toscana” per promuovere la tipicità e l’identità locale e per far meglio conoscere, a turisti e residenti, le produzioni che contraddistinguono l’offerta della ristorazione mugellana.

L’iniziativa mira anche a creare un’occasione di rilancio del settore messo in dura crisi dall’emergenza sanitaria Covid-19 partendo proprio dal territorio e dalle sue eccellenze.

Gli attori principali del progetto saranno i ristoratori, che tramite  alcune ricette legate alla tradizione locale, andranno a valorizzare i prodotti enogastronomici del territorio sulla base della loro stagionalità. Durante il periodo dell’iniziativa i ristoranti aderenti proporranno alla propria clientela almeno due piatti tipici nel proprio menù per l’intero periodo.

Punti di forza del progetto sono la riconoscibilità e l’utilizzo dei prodotti locali di qualità e di stagione da parte dei ristoratori aderenti al progetto. Il progetto intende favorire una integrazione e collaborazione della filiera “produzione – distribuzione commerciale – turismo”.

Evidente la valenza di attrattiva turistica dell’iniziativa “Vetrina Toscana”: il progetto, che vede anche la collaborazione della Condotta Slow Food Mugello, è incentrato infatti, accanto a due eventi, il primo, di apertura, a Marradi, il secondo, conclusivo, a Borgo San Lorenzo, la creazione di un vero e proprio percorso enogastronomico, che sarà proposto, da ottobre a dicembre, al vasto pubblico che, a livello nazionale, ama e ricerca la cucina di qualità.

I due prodotti di punta proposti da “Mugello Tradizione e Qualità in Cucina” saranno il marrone da una parte -i castagneti dell’Appennino mugellano producono un frutto di altissima qualità, da decenni riconosciuto come “Marrone del Mugello IGP“-, e il “Tortello di Patate” dall’altra, piatto simbolo della tradizione culinaria mugellana. Ma il paniere mugellano è ancor più ricco e gustoso: dai formaggi alla birra artigianale, dalla carne al latte, dai legumi al vino. Prodotti che nascono in una terra di Toscana dove le coltivazioni sono ancora estensive e in larga parte biologiche, dove i bovini pascolano nelle campagne e si nutrono di fieni e cereali prodotti in loco, in una terra verde ricca di boschi e acque rinomate. E dove la tradizione culinaria, che affonda le proprie radici nella cultura contadina, è garanzia di sapori veri e genuini.

“Con il progetto ‘Mugello tradizione e qualità in cucina’ si intende valorizzare le produzioni e la tipicità del nostro territorio. – affermano Franco Frandi, Presidente Confesercenti Coordinamento Mugello e Daniele Farnetani Presidente Confesercenti Borgo San Lorenzo  – L’obiettivo è diffondere queste eccellenze, che fanno parte della nostra cultura e del nostro modo di vivere. Il progetto intende utilizzare al meglio le peculiarità del territorio mugellano, valorizzando le produzioni tipiche e di qualità attraverso le tradizioni culinarie toscane, favorendo una integrazione e collaborazione della filiera ‘produzione – distribuzione commerciale – turismo’. La finalità è quella di ampliare e rafforzare la rete di ristoratori, produttori e botteghe che si riconoscono nelle linee guida di Vetrina Toscana. Un ringraziamento a Fabrizio Guerrini, membro del Direttivo di Confesercenti Mugello e referente della condotta Slow Food locale, per l’impegno e il supporto alla realizzazione del progetto.”

Ristoranti

  1. Antica Porta di Levante (Vicchio)
  2. Passaguai (Borgo S.L.)
  3. Il Torrione (Scarperia)
  4. Pako (Firenzuola)
  5. La Rocca (Firenzuola)
  6. Da Paolo e Alba (Firenzuola)
  7. Locanda Senio (Palazzolo)
  8. L’Oste in Piazza (Barberino)
  9. Trattoria da Alberto (Vicchio)
  10. I che c’è c’è e poco altro (Barberino)
  11. La Combriccola (Borgo S.L.)
  12. Bonaugo (San Piero)
  13. Locanda Le Isole (Scarperia)
  14. Osteria di Montecarelli (Barberino)
  15. Locanda San Barnaba (Scarperia)
  16. Osteria all’Aglione (San Piero a Sieve)
  17. Osteria et Bottega (Scarperia)
  18. Ristorante Piccola Firenze (Firenzuola)

 

Produttori

  1. Az. Agr. Le Capannacce (Borgo S.L.)
  2. Soc. Agr. Bacciotti (Scarperia)
  3. Az. Agr. L’Orto del Vicino (Borgo S.L.)
  4. Az. Agr. Le Pecchie (Scarperia)
  5. Agriturismo Corzano (Barberino)
  6. Birrificio Corzano (Barberino)
  7. Az. Agr. Terre Alte di Pietramala (Firenzuola)
  8. Az. Agr. Laiano (Barberino)
  9. Fattoria Il Lago (Dicomano)
  10. Molin di Pepe az. Agr. ss ( Firenzuola)
  11. Fattoria IL Palazzo (Firenzuola)
  12. Az. Agr. Casone (San Godenzo)
  13. Caselli Piera (Dicomano)
  14. Agricoop s.a.c. (Palazzuolo)
  15. Cons. Tutela Pane del Mugello (B.S.L.)
  16. Az. Agr. Malvante (Scarperia)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *