I Luoghi della musica , un itinerario in 20 tappe nella Firenze 70-90

A Firenze un itinerario in 20 tappe tra locali e
spazi che hanno lasciato il segno. Nella storia della musica


I LUOGHI DELLA MUSICA
Dalla “cantina” dei Litfiba all’indimenticato Banana Moon
 

La cantina/sala prove dei Litfiba, in via de’ Bardi, da anni meta di fan da tutta Italia. E poi, il glorioso Banana Moon, che nei 70 ospitò Battiato, Gaznevada, Demetrio Stratos… E lo stadio di baseball a Campo di Marte? Di qui sono passati, tra gli altri, Vasco e Zucchero, per non dire di Renato Zero all’ex cinema Apollo, di Finardi al Palazzetto Iti e di altri concerti indimenticabili al Campo Reman, al Variety, allo Space Electronic, al Goldoni, alla Siesta…

Teatri, club, impianti sportivi, ma anche sale prove e cantine che hanno fatto la storia della musica a Firenze: molti non esistono più, altri hanno cambiato identità, alcuni resistono.

Musart Festival 2022 rinverdisce la memoria con una versione aggiornata de “I luoghi della musica”, itinerario – realizzato con la consulenza dello scrittore Bruno Casini – in venti tappe che farà palpitare il cuore di tanti appassionati. Davanti ad ogni spazio è stata apposta una targa ricordo, con foto dei principali artisti che vi hanno suonato.
Le targhe resteranno esposte fino a fine luglio. La mappa completa de “I luoghi della musica” è disponibile sul sito https://bit.ly/Luoghimusica.

Musart è il festival che abbina grandi nomi dello spettacolo al fascino secolare di Firenze, in programma dal 12 al 26 luglio 2022. Sul palco principale di piazza della Santissima Annunziata, uno dei luoghi più iconici della città, sono attesi Roberto Bolle, LP, Riccardo Cocciante, Achille Lauro, Vinicio Capossela, Goran Bregovic, Rock The Opera, Steve Hackett e Dado Moroni.
A piazza della Santissima Annunziata si aggiungono due spazi adiacenti ricchi di storia e altri spettacoli da non perdere: Nada, Frida Bollani Magoni, Peppe Voltarelli e Tommaso Novi suoneranno nel Cortile degli Uomini dell’Istituto degli Innocenti, per l’anteprima festival. Nel Chiostro di Levante dell’Università di Firenze, spazio a Federico Mecozzi, Kabeki/Andrea Faccioli, Simona Sciacca, Pietro Cantarelli e Federico Sacchi.
Prima degli spettacoli si potranno visitare gratuitamente giardini, luoghi di culto e palazzi monumentali adiacenti a piazza della Santissima Annunziata.

I biglietti sono disponibili online sul sito ufficiale www.musartfestival.it (info tel. 055.667566) e nei punti Boxoffice Toscana www.boxofficetoscana.it/punti-vendita. Tutti gli spettacoli prevedono la possibilità di acquistare un Gold Package che comprende: biglietto di primo settore, catering con buffet, visita guidata ai luoghi d’arte legati al progetto Musart. La direzione artistica è affidata a Stefano Senardi.

Info www.musartfestival.it

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.