Nasce Batte Botte rivista letteraria dedicata al poeta Dino Campana

Nasce Batte Botte
rivista letteraria dedicata al poeta Dino Campana
La presentazione si terrà nel Teatro degli Animosi di Marradi
Sabato 9 dicembre 2023 alle ore 15.45
Tema del 1° numero “Dino Campana e il femminile”
Batte Botte è la prima rivista di studi campaniani al mondo. Nasce con il sogno ambizioso di diventare un punto di riferimento, una guida per tutti gli studiosi, gli artisti, gli appassionati che nel corso della vita si sono in qualche modo legati al nome di Dino Campana. La rivista edita dal Centro Studi Campaniani “Enrico Consolini” di Marradi, è cartacea, avrà cadenza annuale e sarà distribuita in 500 copie iniziali. Come argomento del primo numero è stato scelto “Dino Campana e il femminile”, tema fondamentale per la comprensione dei Canti Orfici.
«Batte Botte» sarà presentata in anteprima Sabato 9 dicembre 2023 alle ore 15.45 al Teatro degli Animosi di Marradi, con un evento dedicato che prevede gli interventi di alcuni dei maggiori studiosi dell’opera di Campana: Stefano Drei, Costanza Geddes da Filicaia, Gianni Turchetta e Marcello Verdenelli. Ai saluti iniziali del Sindaco di Marradi, Tommaso Triberti seguiranno le introduzioni di Mirna Gentilini, Presidente del Centro Studi Campaniani ed Emilio Quinto, Direttore Responsabile della rivista.
Durante l’evento sarà consegnato un premio alla Prof.ssa Fiorenza Ceragioli.
La cerimonia di presentazione sarà aperta da una prima esecuzione assoluta, Acqua di mare amaro, per voce recitante e chitarra. Drammaturgia liberamente elaborata da Pier Luigi Berdondini sui suoni di mare dei versi di Dino Campana, con la voce dello stesso Berdondini, la chitarra di Donato D’Antonio su musica di Giorgio Colombo Taccani.
Il “Duo Chiari” presenterà Batte Botte, brano vincitore del secondo contest musicale “Canti Orfici in musica”.
La Manifestazione realizzata con il patrocinio della Regione Toscana e del Comune di Marradi si inserisce nel progetto di rigenerazione culturale e sociale di Marradi, finanziato dall’Unione Europea.
Nelle prime pagine della rivista un intervento di Eugenio Giani, Presidente della Regione Toscana, che si rallegra per la “splendida notizia” e per il forte senso di vicinanza, espresso in questo primo numero, alle terre di Romagna e Toscana colpite negli ultimi mesi da devastanti fenomeni naturali avversi.
Mirna Gentilini, Presidente del Centro Studi Campaniani, dichiara che considera «la realizzazione di un desiderio, anzi di un sogno, la pubblicazione di una rivista letteraria interamente dedicata alla vita e all’opera di Dino Campana, poeta solitario, errante ma assolutamente geniale». Emilio Quinto, Direttore responsabile, spiega: «Questa rivista, del cui Comitato Scientifico fanno parte alcuni dei maggiori esperti dell’opera campaniana, è nata proprio con la speranza di dare un contributo all’interpretazione di questo affascinante enigma letterario che da sempre rappresenta Dino Campana. Il primo numero è dedicato a un tema fondamentale per la comprensione dei Canti Orfici: il femminile. La donna, nelle sue molteplici rappresentazioni, è infatti un elemento non soltanto centrale, ma essenziale nell’opera di Campana come testimonia anche il fatto che nei Canti Orfici la presenza femminile sia numericamente preponderante rispetto a quella maschile. Giovani ancelle o vecchie matrone, ingenue fanciulle o sensuali prostitute: i ritratti femminili di Campana costituiscono alcuni dei momenti più potenti ed emozionanti dei Canti Orfici e, forse, a mio avviso, anche una delle ragioni del successo che quest’opera riscuote a distanza di più di un secolo dalla sua pubblicazione».
L’auspicio è che «Batte Botte» possa incontrare stima, apprezzamento e fortuna.

I commenti sono chiusi.