Anche a Borgo San Lorenzo le iniziative per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

Anche a Borgo San Lorenzo le iniziative per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne

Il programma

 

Incontri, spettacoli, approfondimenti con le scuole, una marcia silenziosa per dire basta. Sono alcuni degli eventi organizzati a Borgo San Lorenzo in occasione della Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, grazie al coordinamento della Consigliera con delega alle Pari Opportunità Stefania Ciardi.

“Giulia. Basterebbe questo nome oggi per far sentire forte un pugno allo stomaco, per capire quanto siamo lontani dal vincere sulle violenze commesse contro le donne. Anche stavolta un ex fidanzato, ma per oltre 100 volte quest’anno è stato spesso un marito, un compagno, un amico, un conoscente. Dietro i numeri ci sono storie, persone, sofferenze e la cronaca ancora ce lo racconta. Molto c’è da fare e sensibilizzare è nostro dovere affinché si arrivi al vero cambiamento. Ringrazio la Consigliera Ciardi per aver organizzato gli eventi, gli Istituti scolastici per aver raccolto l’invito ad ospitare gli spettacoli, le nostre Associazioni che hanno pensato a ulteriori iniziative. Su queste tematiche non possiamo abbassare l’attenzione e se c’è una cosa che possiamo fare e stiamo facendo è continuare a informare e formare le persone e le coscienze”.

Secondo gli ultimi dati resi noti da Istat nel 2021 il numero antiviolenza 1522 ha ricevuto oltre 32mila chiamate (nel 2019 furono 21.290), 11.900 le vittime segnalate e nel 97.7% dei casi si tratta di donne.

“La violenza contro le donne. Un problema profondamente culturale che si esprime in maniera trasversale senza distinzioni di età e di classe sociale – afferma la Consigliera con delega alle Pari Opportunità Stefania Ciardi –. Dobbiamo capire le dinamiche che portano alla violenza attraverso la prevenzione e la sensibilizzazione e cercare di scardinare quei meccanismi di potere dove la donna è inferiore all’uomo e della quale si può abusare. Cosa possiamo fare noi? Le leggi ci sono e ne sono state fatte tante negli ultimi decenni ma vanno applicate bene. Noi possiamo e dobbiamo fare prevenzione creando reti tra le associazioni e incontri formativi e di sensibilizzazione a partire dai giovani”. 

Gli eventi organizzati per la Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, che ricade il 25 novembre, si svolgeranno nell’arco di tutta la settimana.

Dal 20 in Biblioteca troverete lo “Scaffale tematico dedicato”; il 21 e il 29 novembre dalle 20.30 presso il centro Giovanile Salesiani, la ASD Free Combat System Academy presenta l’evento “Dall’aggressione alla difesa personale: difendersi sì, ma da cosa?”, due serate rivolte ad un pubblico femminile; il 22 novembre dalle 8.00 l’Associazione “Lo Scrittoio” porterà all’Auditorium del Giotto Ulivi, per studentesse e studenti, lo spettacolo “Le parole hanno un peso”; sulle pagine sociale del Comune, dal 23 al 25 novembre, il teatro Idea proporrà performances teatrali dal titolo

“Essere donna: eccoci, siamo qui!; venerdì 24 novembre alle 16.30 il centro Giovani Chicchessia organizza la manifestazione aperta a tutti “Palloncini rossi contro la violenza” una corteo pe le vie del paese con partenza dal Centro incontro di Piazza Dante; la sera del 24 al Cinema Don Bosco la proiezione del fil “A letto con il nemico”. Chiusura sabato 25 novembre con due eventi: alle 8.00 presso l’auditorium del Giotto Ulivi l’Associazione “Lo Scrittoio”, alla presenza di studenti e studentesse di Chino Chini e Giotto Ulivi, porterà in scena lo spettacolo “10 campanelli”; alle 21.15 l’Associazione Live Art, presso Microscena, proporrà invece lo spettacolo “Quattro: erano solo donne”.

I commenti sono chiusi.