A San Piero si inaugura sabato la mostra “La Fortezza abitata”

Si terrà sabato 13 luglio alle 18, nei locali dell’Oratorio della Compagnia di S. Piero a Sieve, l’inaugurazione della mostra espositiva “La Fortezza Abitata”. Il titolo ricalca quello dell’omonimo progetto, che vede la Proloco capofila di una rete di soggetti pubblici e privati. Il comune ha infatti concesso il proprio patrocinio all’iniziativa, alla quale hanno aderito enti impegnati nella promozione turistico-culturale del Mugello come l’Unione Montana dei Comuni del Mugello, la Proforma soc. coop. impresa sociale, il Gruppo CAI, la Proloco per Barberino, la Parrocchia di San Piero a Sieve, la Misericordia e il Circolo Insieme. È stato inoltre richiesto ed ottenuto un contributo dalla Fondazione CR Firenze.

Il programma – in continuità con una precedente manifestazione del 2020 – prevede una serie di iniziative miranti alla valorizzazione della Fortezza di San Martino, monumento di grande pregio storico-architettonico voluto da Cosimo I dei Medici, la cui opera fu iniziata nel 1569, per concludersi nel 1608, sotto il regno di Ferdinando I. Per le sue dimensioni, è una delle più grandi fortezze extraurbane d’Europa, una sorta di colle fortificato che sovrasta il paese e l’intera vallata. Attrezzata a scopo difensivo, fu smantellata dal Granduca Leopoldo I nel 1784, per poi tornare per un breve periodo ad assolvere al suo compito originario. Successivamente, anche nel corso del secolo scorso, la fortificazione ha ospitato famiglie che vi coltivavano poderi, ed ha svolto un ruolo importante nell’accogliere la popolazione sanpierina sfollata durante i bombardamenti della Seconda guerra mondiale. Il paese ha sempre guardato con rispetto e gratitudine alle sue mura possenti e alle leggende che vi sono nate intorno, tanto da mettere in scena dal 1993, per 15 edizioni, una festa dedicata al monumento ed al suo abitante misterioso, il Regolo.

“Per mantenere vivo questo legame secolare, afferma il presidente della Proloco, Sauro Bani, abbiamo accolto con entusiasmo l’idea di alcuni giovani di lavorare su un progetto per la valorizzazione di uno dei più importanti presidi medicei della zona, che anche per la sua collocazione ha grandi potenzialità turistiche”.

“La mostra, dice l’architetto Serena Acciai, ideatrice del progetto, conterrà immagini e manufatti che saranno la base di partenza del nostro lavoro che, attraverso un tamtam capillare, mira alla raccolta di tracce visive o documentali che ci parlino della Fortezza e delle sue destinazioni nei secoli”.

L’inaugurazione dell’esposizione, nell’Oratorio antistante la Pieve, vedrà la presenza del sindaco di Scarperia e San Piero, Federico Ignesti, del vicesindaco e assessore al Progetto di valorizzazione della Fortezza di San Martino, Pietro Modi, del Parroco, Don Daniele Centorbi, del presidente della Proloco, Sauro Bani e del gruppo di lavoro coordinato da Serena Acciai. Gli orari di apertura, fino a sabato 3 agosto, saranno i seguenti: dal giovedì al sabato 17/19, la domenica 10/13 con ingresso libero.

 

Lascia un commento