Servizio prelievi , Borgo in Comune chiede di discuterne in commissione

Aumentano i disagi per l’esternalizzazione del servizio prelievi. Si convochi al più presto una commissione consiliare per trovare una soluzione.

Da quando il servizio di prelievi ematici non è più svolto all’interno della struttura ospedaliera, ma è stato affidato allo studio privato Auxilium, numerose sono state le criticità riscontrate dagli utenti. In particolare i maggiori problemi sono dati dall’assenza di un parcheggio adeguato presso la struttura dove viene adesso erogato il servizio e dalla mancanza di una sala d’aspetto in grado di accogliere l’utenza, che spesso si vede costretta ad attendere il proprio turno nell’area esterna, con i comprensibili disagi che la cosa comporta. È evidente a tal proposito che il sistema di prenotazione per l’azzeramento delle code non sta funzionando come previsto e che tali disagi, con l’approssimarsi dell’inverno, sono destinati a farsi sempre maggiori.

In considerazione di tutto questo, ribadiamo la nostra contrarietà ad ogni esternalizzazione dei servizi sanitari, chiedendo che il servizio di prelievi ematici venga al più presto reinternalizzato da parte dell’Azienda Sanitaria.

Con la volontà però di contribuire a trovare una soluzione adeguata, evitando perciò che tutto si risolva in una polemica sterile, invitiamo il prossimo Consiglio Comunale a pronunciarsi sulla questione esprimendo il proprio disappunto rispetto alle modalità con cui da parte della AUSL è stato affidato tale servizio, nonché a convocare urgentemente l’Azienda Sanitaria e la Società della Salute nell’ambito della preposta commissione consiliare per trovare quanto prima una soluzione che rispetti le esigenze dell’utenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *