Sciopero contro il caro vita oggi venerdi in Pianvallico alla Comesca e alla Fortezza

La Fiom Cgil dell’area Firenze Prato e Pistoia ha organizzato in questi giorni alcune manifestazioni con sciopero di un’ora in aziende metalmeccaniche per protestare contro il caro vita, l’aumento delle bollette energetiche che stanno incidendo pesantemente sul reddito delle famiglie dei lavoratori. La situazione potrebbe addirittura peggiorare se  i costi energetici obbligassero alcune imprese alla richiesta della Cassa integrazione che ridurrebbe ancora il reddito delle famiglie dei lavoratori coinvolti nel provvedimento.
La situazione economica potrebbe  essere drammatica nei prossimi mesi per migliaia di  nuclei familiari e le proposte dei partiti non convincono i sindacati :”da nessuna parte nella campagna elettorale sono state prese in considerazione le proposte della Cgil su questo tema – dice Daniele Calosi segretario Fiom- parlano solo  alle imprese ed è invece ora che si parli ai lavoratori perché sono i primi che pagheranno i costi della vita, non vogliamo risposte una tantum ma strutturali”.
E venerdì 23 settembre si replica: le lavoratrici e i lavoratori della Comesca e di La Fortezza hanno indetto uno sciopero dalle 10 alle 11. Dalle 10.30 alle 11 è in programma un presidio davanti alla fabbrica della Comesca in Viale J. F. Kennedy 168, Pianvallico  nel comune di Scarperia e San Piero . Sarà presente il responsabile zona Mugello della Fiom Firenze-Prato-Pistoia, Antonio Puoti. I lavoratori porteranno le loro bollette insostenibili a fronte di un salario invariato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.