Pontassieve piange la perdita di Giuseppe Maturi, Sindaco dal 1980 al 1992

Pontassieve piange la perdita di Giuseppe Maturi, Sindaco dal 1980 al 1992

Persona amata e attiva nella comunità, ha dedicato la sua vita al bene comune

 

Oltre ad aver ricoperto la carica di primo cittadino, Giuseppe Maturi ha svolto un ruolo di grande rilevanza nel volontariato sportivo e sociale. Ha presieduto il Pontassieve Calcio ed è stato un punto di riferimento importante all’interno della Croce Azzurra di Pontassieve.

Da Sindaco ha saputo condurre con grande visione e lungimiranza un periodo di grande trasformazione e cambiamento per tutto il Paese. È di quegli anni l’elaborazione del primo Piano Regolatore di Pontassieve che gettava le basi per cogliere le sfide della modernità. Ha lavorato instancabilmente per migliorare la vita dei cittadini, con la costruzione di case popolari e investimenti nelle scuole pubbliche. Grazie al suo impegno, sono stati effettuati importanti investimenti infrastrutturali, di ampliamento e potenziamento delle reti di servizi di pubblica utilità come le reti idriche e del gas.

Il suo mandato ha visto svolte cruciali, come l’approvazione del progetto della variante della statale 67 e la riqualificazione di aree dismesse, come ex-Melini ed ex-Del Vivo. È riconosciuto il suo impegno nel promuovere l’inclusione nella progettazione urbana, lavorando per superare le barriere architettoniche. In un’epoca in cui l’immigrazione era principalmente interna al Paese, Giuseppe Maturi si adoperò per assicurare l’integrazione delle famiglie provenienti dal sud Italia che scelsero di stabilirsi a Pontassieve.

La sua visione politica ha inoltre dimostrato la sua apertura verso il mondo e la solidarietà internazionale. Pontassieve e Sesto Fiorentino sono stati i primi comuni in Toscana ad occuparsi del popolo, dell’ accoglienza e cura dei bambini del Saharawi dando vita ad un patto di amicizia che ancora oggi prosegue. Sempre con questa visione ha dato forte rilancio al gemellaggio con la città di Znojmo. 

La camera ardente sarà aperta oggi, domenica 11 febbraio, nel Palazzo Comunale dalle 14.00, mentre le esequie si terranno domani alle 16.00 nella chiesa di San Michele Arcangelo.

L’Amministrazione Comunale esprime le più sentite condoglianze alla famiglia Maturi. La sua eredità di dedizione e impegno continuerà a vivere nei cuori di chi ha avuto il privilegio di conoscerlo.

I commenti sono chiusi.