Pontassieve – Pelago: intitolazione alle “Vittime di Femminicidio” del Ponte nuovo

Pontassieve – Pelago: intitolazione alle “Vittime di Femminicidio” del Ponte nuovo
Giovedì 25 novembre, intitolazione alle “Vittime di Femminicidio” del Ponte nuovo che collega Pontassieve e Pelago

25 novembre

Lo SPI CGIL Pontassieve e Pelago e Auser in collaborazione con i Comuni di Pontassieve e Pelago organizzano una serie di iniziative per la “giornata Internazionale contro la violenza sulla donne”. Giovedì 25 novembre alle ore 9,30 in sala del Consiglio comunale di Pontassieve verrà esposto il “tappeto” contro la violenza sulle donne, un manufatto sartoriale che l’Auser ha creato e che ogni anno si arricchisce con stoffe e che è ormai un’opera di patchwork che racchiude un grande significato simbolico. L’occasione vedrà anche una serie di letture, realizzate da una rappresentanza di classi della scuola Maria Maltoni

Alle ore 10,30 i Sindaci di Pontassieve e Pelago intitoleranno il Ponte Nuovo che collega Pontassieve e San Francesco (Pelago) alle “Vittime di femminicidio”. Con l’occasione sarà svelata una targa commemorativa della giornata. Saranno presenti il Responsabile Coordonne SPI provinciale, la Lega SPI Pelago Pontassieve, il Coordinatore Camera del Lavoro e i Dirigenti degli Istituti scolastici di Pontassieve e Pelago.

Gli eventi avranno poi anche un prologo lunedì 29 novembre alle ore 10,30 al Cinema Accademia con l’incontro “Riconoscere le violenze di genere”, l’iniziativa sarà presentata da Gianna Bonciani Responsabile del Coordinamento Donne della Lega SPI-CGIL Pontassieve- Pelago e vedrà gli interventi di Marco Trapassi, Segretario della Lega SPI-CGIL; Angelo Brogi, Presidente AUSER Pontassieve; Renato Giroldini, Preside dell’Istituto Balducci; Monica Marini, Sindaca di Pontassieve, Nicola Povoleri, Sindaco di Pelago. La mattinata vedrà inoltre i contributi dell’ On. Lucia Annibali, Michela Pascali, Segretaria SILP (Sindacato Italiano Lavoratori Polizia) – CGIL, rappresentanti del Centro Artemisia e Letture di Ilaria Danti tratte dal libro “Io ci sono”. Previsto anche un intervento, con contributi video e letture, di studenti e studentesse dell’Istituto Superiore e Ernesto Balducci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *