Orari indecifrabili per i bus extraurbani. Una denuncia del consigliere metropolitano Carpini

BUS EXTRAURBANI CON ORARI INDECIFRABILI, SITUAZIONE NON PIU’ TOLLERABILE

 

A che ora passa il bus? Ad oltre sei mesi dal subentro di Autolinee Toscane nulla rete extraurbana, saperlo è un vero rebus. Orari cartacei alle fermate non pervenuti, tabelle orarie del sito indecifrabili e strumenti interattivi fuoriuso, questa è la situazione che i viaggiatori sono costretti ad affrontare ogni giorno. La app che viene pubblicizzata come la panacea di tutti i mali, addirittura, non contempla neppure i bus extraurbani e fornisce indicazioni deliranti consigliando lunghi tragitti a piedi per raggiungere stazioni ferroviarie e mezzi urbani. In un periodo nel quale gli alti costi del carburante e la crescente sensibilità ambientale potrebbero far schizzare verso l’alto la domanda, il trasporto pubblico si presenta ai cittadini nel peggiore dei modi, fiaccando la resistenza dei pendolari storici e scoraggiando i potenziali nuovi utenti, che sempre più spesso si affidano ai social o ai conducenti, spesso comprensivi. Le proteste indirizzate alle casella di posta dedicate non hanno risposta ed anche le richieste di chiarimento degli uffici dei Comuni e della Città Metropolitana restano senza risposte esaustive. Per questo motivo quest’oggi ho scritto al Consigliere Metropolitano delegato al Trasporto Pubblico e Sindaco di Bagno a Ripoli Francesco Casini, perché si faccia portavoce di questo disagio e intervenga nelle sedi e con gli strumenti appropriati.

Enrico Carpini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.