Le scuole superiori del Mugello e Valdisieve nell’indagine Eduscopio

 

La fondazione Agnelli come ogni anno nel mese di novembre ha reso noti i risultati della ricerca Eduscopio che analizza il livello delle scuole superiori italiane sia per quanto riguarda l’accesso agli studi universitari , sia per l’inserimento nel mondo del lavoro.
I dati del 2017 e 2018 sono sempre stati piuttosto positivi per le scuole superiori del Mugello e Valdisieve e nell’analisi del 2019 ci sono alcune conferme ma anche qualche passo indietro.( QUI e QUI  gli articoli degli anni precedenti)

Partendo dai risultati  riguardanti  il settore universitario sono quattro gli indirizzi presi in considerazione , lo scientifico, il linguistico , il tecnico-economico e il tecnico-tecnologico:
Per lo scientifico con riferimento alle province di Firenze e Prato  nella graduatoria dove si conferma al primo posto il Copernico di Prato , troviamo al 4 posto il Balducci di Pontassieve ( che migliora di una posizione) mentre il Giotto Ulivi scende dal 6° all’11° posto ( – 5 rispetto al 2018).
Per il Linguistico il Giotto Ulivi scende di due posizioni collocandosi all’8° posto in una graduatoria abbastanza diversa da quella del 2018.
Nel tecnico-economico il Giotto Ulivi perde il primato  a favore del Galilei di Firenze ma si conferma di ottimo livello al secondo posto, mentre il Balducci  scende al 9° posto ( -5 sul 2018).
Infine per il tecnico-tecnologico il Giotto ulivi si conferma di buon livello occupando il 6° posto (- 2 rispetto al 2018).

Notizie positive vengono invece dall’analisi dei dati riguardanti le possibilità di accesso al mondo del lavoro.
Nel tecnico -economico sia il Balducci di Pontassieve che il Giotto Ulivi di Borgo san lorenzo guadagnano 4 posizioni  piazzandosi al secondo e al quarto posto con indici di occupazione del 73,5% e del 67,4% anche se il livello di coerenza con il corso di studi è piuttosto basso 14,8% per il Balducci e 29,2% per il Giotto Ulivi:
Nel tecnico-tecnologico perdono invece una posizione i due istituti di Mugello e Valdisieve ma restano comunque  ai vertici , terzo il Balducci e quarto il Giotto Ulivi.

Passando agli istituti professionali il Chino Chini conferma e migliora i dati del 2018 con primo posto nel settore industria e artigianato e il terzo in quello tecnico- servizi (+ 1 rispetto al 2018). Le percentuali di inserimento nel mondo del lavoro sono eccellenti per il settore industria e artigianato con l’80% e soprattutto con il 72,5 di coerenza con gli studi effettuati. Diversa la situazione dei servizi dove al 62,9% di inserimento lavorativo fa riscontro solo un 23,4% di coerenza con gli studi effettuati. Ricordiamo che questo indirizzo comprende essenzialmente il settore turistico ricettivo ed enogastronomico che ha avuto un incremento notevole negli ultimi anni.

LR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *