La Fondazione e il futuro del circolo Arci Unione a Borgo

 

 

La Fondazione “Il Ponterosso” esprime il proprio stupore per le polemiche e strumentalizzazioni di queste ore, evidentemente legate alla campagna elettorale.
La questione è di evidenza pubblica da molti mesi.
Il 16 marzo 2024 la Fondazione ha scritto un comunicato nel quale si afferma: “Come Fondazione abbiamo investito recentemente sull’immobile per qualificarlo, migliorarne la funzionalità e trasferire nel centro di Borgo la sede della fondazione e del Partito Democratico. Confermiamo, quindi, il nostro impegno per mantenere e qualificare anche in futuro l’immobile nella sua destinazione come Casa del Popolo”.
Ebbene, riconfermiamo oggi quanto già espresso.
Siamo di fronte ad un cambio di gestione alla scadenza di un contratto. Non alla “chiusura definitiva” di una Casa del Popolo.
Arci Firenze ha espresso la volontà per riaprire il Circolo al termine dell’attuale gestione e la Fondazione è impegnata in questa direzione per un rilancio delle attività secondo i
valori ispiratori dell’Arci.
La chiusura è temporanea e si rende necessaria per regolare i rapporti con la nuova gestione che, ci auguriamo, possano restituire al paese un luogo più funzionale alle attività da svolgere.

La Fondazione

I commenti sono chiusi.