Giornate nere per i pendolari.

Giannelli (centrodestra Dicomano): “Dopo un lunedi nero, un martedì nerissimo per il trasporto ferroviario toscano. L’esasperazione dei pendolari cresce, nel silenzio assordante dell’assessore Baccelli.”

Dopo un lunedi nero per il trasporto ferroviario toscano, causato quasi esclusivamente dalla presenza di estranei sui binari, con conseguente intervento della Polfer, copiosi ritardi nella circolazione ed una serie di cancellazioni, il martedi è altrettanto nero, se non nerissimo.
Numerosi sono i ritardi e le cancellazioni, in particolare nella tratta Firenze Borgo San Lorenzo via Pontassieve, stavolta pare per il guasto di un treno nello snodo di Firenze. La rabbia dei pendolari monta ovunque sui social, ed è giusta e giustificata.
Ormai la regione Toscana e Trenitalia hanno finito le scuse da usare per i disagi che sono all’ordine del giorno.
L’assessore Baccelli, ormai, non si sente nemmeno più; ci chiediamo se sia ancora l’assessore competente e, in caso affermativo, se intenda fare qualcosa per porre fine a questo scempio. In caso contrario, rassegni le sue dimissioni. Perchè i pendolari sono esasperati, ogni giorno di più.
Giampaolo Giannelli, capogruppo centrodestra Dicomano

I commenti sono chiusi.