Elezioni in Mugello e Valdisieve

 

 

Si è votato per il rinnovo delle amministrazioni comunali in tutto il Mugello e Valdisieve, escluso Marradi che aveva votato nel 2023.

Tante conferme ma anche qualche sorpresa.
Partiamo da Barberino dove Sara di Maio del Partito Democratico diventa sindaca con il 46,6% dei voti lasciandone per strada circa il 13 % rispetto a Mongatti, sale  Ora! Barberino con Paola Nardi al 32,7%. Cresce anche la destra del 3% con la Castellani al 20,6%.
A Borgo san Lorenzo ci sarà il ballottaggio il 23 giugno tra Leonardo Romagnoli candidato di Borgo Partecipa (Borgo in Comune, Progressisti  democratici per Borgo e 5 Stelle) che ha ottenuto il 40,63% contro Cristina Becchi al 38,77% sostenuta da PD, Italia Viva, Insieme per Borgo e A sinistra con Cristina. La candidata Fulvia Penni con tre liste ( Borgorosso, Borgovisione e Borgomissione) ha ottenuto il 20,6%.
A Scarperia e San Piero conferma per Federico Ignesti con il 72,3% (- 3%), Camilletti della destra ottiene il 14,5%(non presente nel 2019) e la Fratini per LiberaSinistra in Movimento 13,11%(la somma di 5 Stelle e liberamente a sinistra nel 2019 era di oltre il 24%).

Più combattuta del previsto la votazione a Firenzuola dove Buti la spunta con il 50,7%(-3%) incalzato dal giovane Giordano Allkurti per la liste Bene Comune al 49,26(+3%).
Sempre in alto Mugello a Palazzuolo Marco Bottino del centrosinistra è il nuovo sindaco con il 58,1% dei voti (-6%) superando Paola Cavini che si ferma la 41,8(+6%).

A Vaglia il Pd si prende la rivincita sulla lista Civica dell’ex sindaco Borchi. Impallomeni vice sindaco uscente si ferma al 34,4% (-9%) mentre Silvia Catani di PD e Alleanza Verdi Sinistra ottiene il 48,8%(+15%). Claudia Dominici del centrodestra si ferma al 17,5%(Mancava una lista civica rispetto a 5 anni fa).

A Vicchio c’era l’atteso testa a testa fra il sindaco uscente Filippo Carlà Campa con una sua lista civica e il giovane Francesco Tagliaferri sostenuto da PD , 5 Stelle e  Officina Vicchio 19. L’ha spuntata Tagliaferri che ha ottenuto il 51,5% rispetto al 48,4 del sindaco uscente.

A Dicomano non  c’è stata nessuna sorpresa con il candidato del centrosinistra  Amato che ha ottenuto il 53,9%, Barlotti Dicomano che verrà al 30,5% e Zeni centrodestra al 15,5%.

A San Godenzo successo personale del sindaco Piani che ottiene il 71,2 % dei voti aumentando del 16% rispetto al 2019, mentre la Collacchioni del centrosinistra si ferma al 28,7(-16%).
Anche a Londa il sindaco uscente Cuoretti si conferma con un ottimo 71,5 % aumentando i consensi di oltre il 20%, mentre Palanti del Centrosinistra  ha ottenuto solo il 28,5%.
A Rufina è arrivato il ribaltone con Daniele Venturi di Rufina che verrà(sinistra ed ex PD) diventa sindaco con il 52,2% mentre l’ex sindaco Maida (Pd, IV, Azione, PSI) si è fermato al 36,4%, centrodestra non arriva al 12%.
A Pelago nessun problema per la conferma di Povoleri con il 57,6%, la Manfulli del centrodestra al 25,7 e Francesco Maione della sinistra e 5 stelle al 16,6%.
Infine Pontassieve dove Carlo Boni sostenuto da Pd e altre liste ottiene il 67,3% dei voti con Cappelletti del centrodestra al 22,9%  e poi  la sinistra e 5 stelle con Gori al 9,62%.

Lascia un commento