Contributi a fondo perduto previsti dal decreto “Sostegni”. Domande fino al 28 maggio

Contributi a fondo perduto previsti dal decreto “Sostegni”

Il bonus contributo a fondo perduto previsto dal decreto “Sostegni” (Dl n. 41 del 22 marzo 2021), consiste nell’erogazione, da parte dall’Agenzia delle entrate, di una somma di denaro o, a scelta irrevocabile del contribuente, di utilizzare l’intero importo come credito d’imposta, a favore di tutti i soggetti che svolgono attività d’impresa, arte o professione e di reddito agrario, titolari di partita IVA residenti o stabiliti nel territorio dello Stato. L’ammontare del contributo a fondo perduto è determinato applicando una percentuale alla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2020 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi dell’anno 2019.

Alla data del 5 aprile erano state presentate in Toscana  42.141 richieste per un importo di 152.460.219 euro. Nella sola Città metropolitana di Firenze le domande sono state 13.503 per un totale di bonus di  57.955.274 euro.

I dati sono riferiti ai mandati di pagamento emessi dall’Agenzia delle Entrate . I contribuenti coinvolti vedranno accreditarsi le somme direttamente sul conto corrente indicato nella domanda oppure potranno usare l’importo riconosciuto in compensazione.

Le domande possono essere presentate fino al 28 maggio 2021, e per maggiori informazioni segnaliamo il comunicato stampa con i dati nazionali diffuso ieri e la sezione tematica all’interno del portale dell’Agenzia www.agenziaentrate.gov.it.

Fonte Agenzia Entrate

I commenti sono chiusi.