Lo stato della sanità in Italia

Lo dice l’UPB  9 Dicembre 2019 Marco Geddes www.saluteinternazionale.info La progressiva privatizzazione della nostra sanità, in atto negli ultimi due decenni, spiegata nella relazione dell’Ufficio Parlamentare di Bilancio (UPB).   L’Ufficio Parlamentare di Bilancio (UPB) è una struttura indipendente che svolge una funzione di vigilanza sulla finanza pubblica. È composto da tre persone nominate dai Presidenti della Camera e del Senato ...

Non sparate sull’affido famigliare

Non sparate sull’affido famigliare di: Chiara Saraceno Sarebbe bello che tutti i bambini trovassero nella propria famiglia adulti in grado di sostenerli nel processo di crescita, di offrire loro sicurezza mentre imparano a diventare autonomi, affetto senza soffocarli, guida autorevole senza violenza (psicologica o fisica). Che tutti i bambini avessero non tanto “genitori perfetti”, che non esistono da ...

Water war, ovvero tutti pronti alle guerre dell’acqua?

Water war, ovvero tutti pronti alle guerre dell’acqua? Mentre il deserto avanza, i ghiacciai si sciolgono e le nazioni cominciano a muovere gli eserciti per il controllo di una delle risorse chiave per il futuro del pianeta, un libro ci spiega cosa ci attende. Perché l’acqua è ovunque e, soprattutto, di tutti MAURO GAROFALO 04 Dicembre 2019 Tuttogreen da ...

È ufficiale, anche per l’Accademia le Ong non sono un “pull factor”

È ufficiale, anche per l'Accademia le Ong non sono un “pull factor” di Riccardo Bonacina www.vita.it Oggi lo European University Institute pubblica uno studio scritto da due ricercatori italiani, Matteo Villa ed Eugenio Cusumano che mette definitivamente la parola fine alla leggenda metropolitana delle Ong come pull factor dell'immigrazione. Ecco i numeri della ricerca e le sue conclusioni   Oggi ...

Quelle troppe, infelici parole attorno a Giovannino

Quelle troppe, infelici parole attorno a Giovannino 11/11/2019 - di Andrea Ciattaglia  www.volerelaluna.it Le cronache della triste vicenda del piccolo Giovannino colpito da una gravissima e rarissima malattia che i genitori non hanno riconosciuto alla nascita, lasciandolo alle cure dell’ospedale Sant’Anna di Torino e – forse un domani – all’intervento dei servizi territoriali e alle premure di una famiglia, sollecitano un’analisi ...

Finiamola con la propaganda anti non profit

Finiamola con la propaganda anti non profit diLuca De Marchi* www.vita.it Dal business dell’accoglienza alle case famiglia che lucrano sui bambini accolti, negli ultimi anni il giudizio dell’opinione pubblica sulle organizzazioni non profit e su chi lavora nel sociale si è inasprito. Ma come nasce questa diffidenza e, soprattutto, è fondata? Dal business dell’accoglienza alle case famiglia che lucrano ...

Plastic exit, ovvero come non trasformare un’opportunità in una tragedia

Plastic exit, ovvero come non trasformare un'opportunità in una tragedia La deputata ecologista Rossella Muroni, in questo contributo, prova a delineare una strategia per uscire dalla trappola della confusione che ha sommerso il confronto sulla “plastic tax” Foto Mali Maeder from Pexels ROSSELLA MURONI* www,La stampa.it/tuttogreen Dal 2021 saranno vietati nell’UE i prodotti di plastica monouso per i quali esistono alternative. Addio quindi a ...

Perchè la crisi provocata dalla plastica è importante

zz 751

Perchè la crisi provocata dalla plastica è importante di Froilan Grate e Lili Fuhr  www.fataturchinaeconomics.com MANILA – Le plastiche sono diventate un tema caldo. Nelle cronache abbondano i racconti sulla plastica nelle spiagge e negli oceani e le autorità hanno cominciato a rispondere con proibizioni o limitazioni sui sacchetti di plastica e sugli articoli di plastica monouso. Ma l’industria ...

Commissione Segre, le strumentali critiche a mezzo stampa

  Commissione Segre, le strumentali critiche a mezzo stampa Di Fabio Vender Il Manifesto 5.11.19 Le polemiche seguite all’approvazione da parte del Senato della “Commissione Segre” di controllo dei discorsi d’odio o hate speech dà la misura del degrado del dibattito pubblico nel nostro paese. Il centro-destra non l’ha votata, si è astenuto, con decisione che ha suscitato sconcerto in tanta ...

Le vere ragioni per cui ArcelorMittal lascia l’Ilva

Le vere ragioni per cui ArcelorMittal lascia di Redazione www.vita.it Per Peacelink la chiave interpretativa di questa scelta è nel rigo 12 del comunicato di ArcelorMittal, in cui sostanzialmente si afferma che l'ILVA non è in grado di rispettare l'ultimatum della magistratura circa la messa a norma dell'altoforno numero 2, quello dove morì l'operaio Alessandro Morricella ArcelorMittal ha inviato ...

Il dovere di governare l’immigrazione

Il dovere di governare l’immigrazione STEFANO ALLIEVI, MASSIMO LIVI BACCI www.neodemos.it Il discorso sulla migrazione è stato sequestrato, negli ultimi tempi, dal dibattito su profughi e irregolari. Stefano Allievi e Massimo Livi Bacci allargano il discorso, suggerendo dodici proposte concrete volte a governare il fenomeno, alcune fattibili subito altre da mettere al più presto in cantiere. Neodemos apre le ...

Il problema dell’immigrazione in Italia spiegato bene bene

Il problema dell'immigrazione in Italia spiegato bene bene di Redazione www.vita.it Il ricercatore Ispi, Matteo Villa, ogni giorno da tempo trasforma ed elabora dati e informazioni dalle fonti istituzionali in chiari grafici. Ecco quelli di giornata con le sue didascalie Sorpresa: sbarchi o non sbarchi, l'immigrazione da paesi non-Ue verso l'Italia è quasi costante dal 2012. Lo è rimasta anche ...

I tumori occupazionali, questi sconosciuti

SOCIETÀ I tumori occupazionali, questi sconosciuti 10/10/2019 - di Riccardo Falcetta www.volerelaluna.it In Italia, quando si parla di salute e lavoro, si parla di infortuni. In particolare, se ne parla quando ci sono le periodiche “stragi” sul lavoro. Infortuni sul lavoro “di gruppo”, potremmo definirli. Pochi conoscono i dati reali sulle cosiddette “morti bianche”: causate da infortuni sul lavoro, ma anche da ...

9 ottobre 1963 il disastro del Vajont

Luigi Pellizzoni Il disastro del Vajont 9 ottobre 1963 www.rivistailmulino.it La sera del 9 ottobre 1963, alle ore 22 e 39, una massa di oltre 250 milioni di metri cubi di roccia e terra si stacca dal Monte Toc, precipitando in poche decine di secondi a una velocità superiore ai 100 chilometri orari nel sottostante bacino idroelettrico del Vajont, ...