STARE sull’edicola di San Francesco a Borgo

Questa settimana la prof.sa Marianini ci porta alla scoperta dell’edicola di San Francesco che si trova proprio accanto alla Pieve di Borgo San Lorenzo. Si tratta di un’opera del 1926 opera di Tito Chini  e Augusto Chini  che realizzò la statua del Santo.
La parete circostante è decorata con pitture, il lupo e l’agnello, e ceramiche raffiguranti soprattutto gli stemmi delle più importanti famiglie della zona, mentre una tettoia rivestita nella parte inferiore con formelle ceramiche, dalla quale pende una bellissima lampada in ferro battuto, copre il complesso. Probabilmente, per la esecuzione del manufatto si utilizzò lo spazio precedentemente occupato da un monumento riferito alla prima guerra mondiale, del quale rimane ancora oggi la piccola cancellata in ferro battuto, e riferibile anch’essa alla Manifattura Chini, data la presenza della caratteristica decorazione a linee spezzate.
Ma alla realizzazione del tabernacolo parteciparono anche Dino Chini nella parte pittorica, Emilio Maestrini, che eseguì le opere di falegnameria, e O. Cipriani che si occupò di quelle di muratura. L’iscrizione celebrativa, dettata dal padre cappuccino Epifanio, fu incisa sulla lapide da Cesare Squarcini.

Il Tabernacolo è stato restaurato nel 1989 da Augusto Romagnoli , che in gioventù aveva lavorato alle manifatture coem decoratore, con l’aiuto del prof. Niccolò Niccolai.

ascolta Marianini

Il programma va in onda il mercoledi alle 18,30 3 il sabato alle 9,30

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *