12° edizione del premio Guidacci promosso dal Rotary Club Mugello

Il Rotary Club Mugello celebra la 12ª edizione del

Premio Biennale di Poesia “Margherita Guidacci”

Sabato 11 maggio 2019, nella Sala della Contessina di Villa Pecori Giraldi, a Borgo San Lorenzo, si è svolta la cerimonia di premiazione della dodicesima edizione del Premio Biennale di Poesia “Margherita Guidacci”, organizzato dal Rotary Club Mugello.

Il Premio, inserito nella programmazione del Festival Mugello da Fiaba, è dedicato, come di consueto, alla scuola primaria e secondaria di I e II grado del Mugello e vuole mantenere alta l’attenzione verso la Poesia, quella Musa greca, sinonimo di creazione artistica, portavoce delle più segrete stanze dell’animo umano.

Dedicata ad una delle maggiori voci della poesia del ‘900, la fiorentina Margherita Guidacci, questa edizione ha visto la partecipazione della Scuola primaria di Palazzuolo sul Senio, della Scuola secondaria di I grado di Scarperia e della Scuola secondaria di I grado di Vicchio.

Tema delle composizioni il motto rotariano “Sii d’ispirazione”. La giuria, formata da docenti, dirigenti scolastici, giornalisti e poeti – Beatrice Niccolai, Renata Innocenti, Emanuela Periccioli, Serena Pinzani, Cesare Marrani, Maria Amore e Maria Bini – ha decretato i seguenti vincitori: Scuola Secondaria di I grado: 3ª classificata Erica Veloci con la poesia “Sensazioni” (I.C. Scarperia – classe 1C); 2° classificato Bernardo Parri con la poesia agli “Springboks” (I.C. Scarperia – classe 1C); 1ª classificata Margherita Cecconi con la poesia “Credevo d’esser morto (I.C. Vicchio – classe 3A). Per la scuola Primaria: 3ª classificata Caterina Cavini con la poesia “La strada della Vita” (Primaria Palazzuolo sul Senio – classe 5A); 2ª classificata ex-equo Federica Neri con la poesia “I Bagagli della mia Vita” (Primaria Palazzuolo sul Senio – classe 5A) e 2° classificato ex-equo Samuele Granatelli con la poesia Un mondo migliore (Primaria Palazzuolo sul Senio – classe 5A); 1ª classificata Sofia Rossi con la poesia “L’Ape impollinatrice” (Primaria Palazzuolo sul Senio – classe 4A). 

Questi i testi delle due poesie prime classificate:

Credevo d’esser morto

Credevo d’esser morto
quando sentii un colpo freddo e deciso
oltrepassarmi l’elmetto.
Credevo d’esser morto
quando caddi a terra, e da quella terra
fui ricoperto.
Credevo d’esser morto
quando vidi i miei compagni corrermi sopra,
con i loro fucili.
Credevo d’esser morto
quando udii per l’ultima volta il rumore di uno sparo,
e per l’ultima volta udii un proiettile.
Credevo d’esser morto
ma chi ha lottato per la libertà
non muore mai.

L’ape impollinatrice

Per rendere il mondo un posto migliore,
farò in modo di portarmi ovunque io vada un fiore
e quando incontrerò qualcuno che è triste o arrabbiato,
gli donerò un fiore
ed esso guarirà dalla tristezza
e la rabbia dentro il suo cuore sparirà.
Vorrei che il fiore donato
si moltiplicasse.
Vorrei essere un’ape per impollinare
il mondo di felicità!

Il presidente Vignini ha consegnato ad ogni alunno la pergamena di partecipazione, ai sette vincitori il Diploma e un Buono di acquisto libri e/o materiale culturale, alle due Scuole partecipanti degli allievi vincitori un Buono per ciascuna per l’acquisto del materiale didattico presso la Cartolibreria borghigiana Parigi & Oltre.

Quest’edizione è stata una delle più speciali e significative del Premio dato che, alla cerimonia di premiazione, dopo i saluti istituzionali dell’amministrazione, sono stati presenti i figli di Margherita Guidacci, Lorenzo ed Elisa Pinna che hanno, poeticamente, incantato, con il loro intervento sul valore profondo della poesia e la sua nicchia di attualità, il piccolo uditorio, ricordando a tutti che i poeti non hanno tempo, lavorano di notte, nel silenzio, e portano alla luce quelle segrete corrispondenze, quei porti sepolti, quelle parole rivelatrici, quei respiri dell’anima; è un mistero che si fa luce e che, nei versi delle più alte firme poetiche, cerca di essere ispirazione soprattutto per le nuove generazioni.

Un ringraziamento a tutta la Giuria, al Direttore Artistico di Mugello da Fiaba Dr. Serena Pinzani, al Comune di Borgo San Lorenzo per la concessione del patrocinio, ai docenti Maestra Emanuela Freddi, Professoresse Barraco e Borselli che hanno instillato nei piccoli studenti la voglia della creazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *