Finanziamenti Gal sul turismo premiano i piccoli comuni

Finanziamenti Gal sul turismo premiano i piccoli comuni

E’ stata pubblicata sul Burt del 5 dicembre parte terza la graduatoria del bando della misura 7.5 del Gal Start relativa ai progetti turistici e facente parte del Programma di Sviluppo Rurale.
E’ anche la prima graduatoria relativa ad un bando rivolto agli enti locali del territorio di competenza del Gal Start ovvero Mugello, Valdisieve, Val di Bisenzio e Chianti fiorentino.

La misura 7.5 riguarda il “Sostegno a investimenti di fruizione pubblica in infrastrutture ricreative, informazioni turistiche e infrastrutture turistiche su piccola scala “ e permetteva di finanziare la costruzione o modernizzazione di punti di informazione turistica, strutture di accoglienza, aree giochi in parchi pubblici o aree attrezzate, segnaletica turistica, aree camper , percorsi turistici di particolare valenza naturalistica o culturale, servizi telematici multimediali e anche strutture per la promozione e degustazione di prodotti tipici locali.

Il Bando aveva la disponibilità di 1.118.000 euro e ogni progetto poteva avere un contributo del 100% fino ad un massimo di 200.000 euro.

I progetti presentati dagli enti locali sono stati 19 ma solo sei sono potenzialmente finanziabili e, come era facilmente prevedibile, sono stati premiati gli investimenti dei piccoli comuni.

Primo è risultato il comune di Marradi con una proposta riguardante gli itinerari campaniani per 196.000 euro seguito da Palazzuolo sul Senio che ha ottenuto 199.000 euro per la sistemazione della Casa del Villeggiante come punto accoglienza e promozione prodotti tipici. I due comuni dell’alto Mugello anche nella programmazione 2007-13 riuscirono ad ottenere diversi finanziamenti a dimostrazione che anche le piccole realtà possono avere una buona capacità progettuale.
Al terzo posto c’è Pelago con un finanziamento richiesto di 194.000 euro e al quarto L’unione dei comuni della Valdisieve con un progetto su un’area attrezzata e la sentieristica nella zona di Rincine con 187.000 euro di contributo.
Gli ultimi due finanziabili con le risorse disponibile sono Cantagallo in Val di Bisenzio con 194.000 euro e Vaglia con un progetto da 46.000 euro.

I primi non finanziabili per carenza di risorse sono Pontassieve che ha chiesto 150 mila euro e Firenzuola che aveva presentato un progetto da 239.000 euro.

A seguire ci sono Vicchio, Gambassi, Unione comuni Val di Bisenzio, Vernio, Diocmano, Barberino di Mugello, Vaiano, Reggello e ultimi Greve in Chianti e Tavarnelle. Il totale dei progetti esclusi ammonta a quasi 1.800.000 euro con diversi comuni che avevano chiesto il massimo come Barberino, Vernio, Reggello e Tavarnelle.

Diversi i comuni ed enti che non hanno presentato nessun progetto come Borgo San Lorenzo , Scarperia e San Piero, l’unione dei comuni del Mugello , Rufina , Londa e San Godenzo, San Casciano, Barberino Val d’Elsa e Montespertoli.

Leonardo Romagnoli
5.12.18

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *