Esericitazione antincendio in Mugello

Bosco in fiamme in Mugello, ma è un’esercitazione
30 operatori coinvolti, testata capacità d’intervento sistema AIB



Bosco in fiamme in un luogo impervio e senza approvvigionamento d’acqua nelle vicinanze. Con questo scenario si è svolta recentemente in Mugello un’esercitazione anticendio per testare le capacità di reazione e intervento del sistema AIB (anticendio boschivo). In particolare, è stato simulato un incendio divampato in un’area boschiva nel comune di Palazzuolo Sul Senio, in località Otro-Campo Ripaldi, con circa 30 operatori tra personale dell’Unione dei Comuni del Mugello e della Regione Toscana, Vigili del Fuoco, Carabinieri forestali, associazioni di volontariato – Anpas, Misericordia e VAB Mugello – attivati e impegnati nell’organizzazione e gestione delle operazioni di spegnimento e bonifica, in costante collegamento con la Sala Operativa della Città Metropolitana di Firenze.

Per l’Unione dei Comuni ha preso parte all’esercitazione tutto il personale AIB, con 4 operai forestali e 5 tecnici impegnati nella direzione delle operazioni e altre mansioni. Come scenario sono stati scelti luoghi impervi, simulando un’emergenza in condizioni proibitive, per testare procedure e capacità di reazione delle strutture a difficoltà logistiche e gestionali (come la mancanza di punti di approvvigionamento idrico nelle vicinanze) ma anche legate al fattore umano. Nel debriefing è stata fatta una valutazione complessiva delle difficoltà e criticità affrontate e l’efficacia delle azioni di risposta da parte delle strutture e del personale sul campo.
L’esercitazione fa parte di un programma di addestramento regionale finalizzato a testare le procedure e ad incrementare la capacità operativa del sistema AIB sull’intero territorio toscano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *